mercoledì 27 dicembre 2017

Dark is the river of man...

All’interno delle mura domestiche le forze infere hanno ormai il controllo spietato. “La madre si leverà contro i figli e i figli si leveranno contro le madri” era stato detto...
In una strana inerzia elettrica si compiono ormai gli ultimi giri di giostra di questa umanità.
Siamo totalmente schiacciati ed è impossibile finanche far ragionare chi ci è più vicino. Anzi, magar far ragionare, semplicemente evitare di perdere il senno.
E tutto questo mentre appena fuori dalle porte viene ostentata un’indifferenza allucinante.
Raccolgo per quanto posso quelle briciole di saldezza interiore liberata con la disciplina, pregando che mi basti per non spezzarmi. Di più non posso fare; sarei un pazzo a ritenere di poter bloccare un fiume mettendo le mani avanti.

“Dark is the river of man” si canta nelle canzoni di quest’anno ormai al termine.

“The mire of mankind flows on... and on...”
https://www.youtube.com/watch?v=wgQlgWk2MmE

(Non da meno nella prima canzone dell’album: “The sentient subconscious wraith is waiting”...)

1 commento: